tao, dao, daoismo, taoismo, taijiquan, tai chi chuan, qi gong, ki kung, meditazione, yin, yang, pa kua, ba gua
Taijiquan

Il taijiquan si distingue da molte altre arti marziali orientali e occidentali perché non basa il suo lavoro sulla forza muscolare, ma pone la sua attenzione su un lavoro interno basato sul controllo della respirazione e movimento del Qi.

Grazie a questo tipo di lavoro il Taijiquan è stato considerato, seppure tardivamente, una delle tecniche cinesi di lunga vita.

Non dobbiamo dimenticare che stiamo parlando di un'arte marziale che si riallaccia alla tradizione cinese della strategia e dell'arte del combattimento.

Ma la nozione di combattimento in Cina non si riduce all'idea di lotta contro un avversario reale ma comprende ugualmente i combattimenti contro tutti gli ostacoli che si incontrano nel corso dell'esistenza.

Benefici del Taijiquan:

Da benefici a chiunque lo pratichi, indipendentemente dall'età, e non richiede particolare preparazione fisica.


Aiuta a risolvere vari disturbi, tra cui ipertensione, insonnia, dolori cervicali e lombari causati da accumulo di stress e da uno stile di vita spesso troppo sedentario.

E' uno strumento antico, ma per noi occidentali ancora relativamente nuovo, con cui imparare a rilassare corpo e mente in un movimento dolce e continuo che coinvolge tutto il corpo.

Permette di sviluppare una maggiore scioltezza e elasticità delle articolazioni, tonificando gradualmente la muscolatura e correggendo allineamenti posturali scorretti.

Ritrovando una maggiore consapevolezza del proprio baricentro, favorisce un miglior equilibrio e coordinazione. Migliora sensibilmente la capacità di concentrazione.